Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Il ballo delle pazze

Victoria Mas

Parigi 1885. Nell’ospedale della Salpêtrière sono ricoverate le  “isteriche”,  curate con l’ipnosi dall’illustre dottor Charcot. Tagliate fuori da ogni contatto con l’esterno e sottoposte a esperimenti azzardati e impietosi, le pazze sono di fatto rinchiuse nella struttura da famiglie che vogliono liberarsene. Strane, diverse, non conformi alle regole, le pazze appartengono a classi sociali diverse, ma hanno tutte un comune destino: sono donne scomode che difficilmente riacquisteranno la libertà. A sconvolgere e trasformare la loro vita sarà però il “ballo delle pazze”, ossia il ballo mascherato che si tiene ogni anno alla Salpêtrière e a cui viene invitata la crème di Parigi. In quell’occasione, mascherarsi farà cadere le maschere…

La Salpêtrière è un deposito per tutte quelle che disturbano l’ordine costituito, un manicomio per tutte quelle la cui sensibilità non corrisponde alle aspettative, una prigione per donne colpevoli di avere un’opinione.

Un libro per… Le donne e gli uomini ribelli, per chi non si piega alla norma e non sopporta la prevaricazione di chi pensa di poter imporre un unico modo di vivere. Per chi pensa che follia e libertà di pensiero, spesso, vadano a braccetto.